Quando Joao Pedro fu bocciato dallo staff di Foschi...

02.09.2010 00:01 di Alessio Alaimo  articolo letto 2085 volte
© foto di Federico De Luca
Quando Joao Pedro fu bocciato dallo staff di Foschi...

E' stato annunciato come il nuovo fenomeno del Palermo. João Pedro Geraldino dos Santos Galvão, meglio conosciuto come Joao Pedro, centrocampista brasiliano classe '92, prelevato dai rosanero qualche giorno fa dall'Atletico Mineiro, è stato descritto dall'agente Fifa Sabatino Durante ai microfoni di Palermo24.net come il nuovo Mario Stanic con la possibilità di diventare il nuovo Gilberto Silva.

Vogliamo però svelarvi un retroscena: qualche anno fa, quando il ds del Palermo era Rino Foschi, il giovane talento si era già avvicinato al Palermo. Proposto da un procuratore che fa da tramite tra il Brasile e l'Italia ad un ex osservatore del Palermo, scuderia Foschi, il club rosanero ha rimandato al mittente la proposta. "Sei matto? Se io faccio il nome di questo giocatore mi licenziano", è stata pressappoco la risposta dell'osservatore al procuratore che aveva proposto il giocatore. Joao Pedro giocava nel campionato Sub 15.

Ora il giovane centrocampista brasiliano è finalmente un giocatore del Palermo. Sabatini crede in lui, al punto di far sborsare ben cinque milioni a Zamparini e per lui occupare la casella dell'extra-comunitario. Ha ancora tanto da dimostrare, Joao Pedro. Con buona pace di chi, qualche anno fa, si spera in modo prematuro, lo bocciò immediatamente. L'età è dalla sua parte. Il talento pure.