CAGLIARI - PALERMO: LA PARTITA DI TORE

16.04.2010 00:01 di Alessio Alaimo  articolo letto 2580 volte
© foto di Federico De Luca
CAGLIARI - PALERMO: LA PARTITA DI TORE

Per il Palermo di Delio Rossi, la partita di domenica che vedrà i rosanero impegnati al Sant'Elia contro il Cagliari, assume un valore importante per quanto riguarda la classifica. In caso di vittoria infatti, i rosanero, probabilmente, metterebbero un ulteriore sigillo sul quarto posto. Ma Cagliari - Palermo, in programma per la 34/a giornata di campionato, è anche la partita di Salvatore Sirigu, portiere rosanero punto cardine della squadra di Delio Rossi, nato a Nuoro e cresciuto calcisticamente alla Polisportiva Puri e Forti.

Walterino arriva a Palermo appena 19enne e si inserisce fin da subito agli ordini di Pergolizzi. Da lì a poco incanta Guidolin che insieme ai preparatori dell'epoca, gli affibbia il soprannome che porta tutt'ora. Dopo l'esordio europeo in Turchia, il Palermo decide di mandare Sirigu a giocare altrove per consentirgli di crescere ulteriormente e infatti approda alla Cremonese, sotto la guida di Emiliano Mondonico che tutt'ora ne tesse le lodi. Poi, da Cremona, passando sempre per il Palermo, va ad Ancona dove trova Francesco Monaco. Il tecnico, adesso finito nell'anonimato della Lega Pro, gli da spazio per quindici partite. Poi, inspiegabilmente lo fa fuori e gli preferisce Da Costa. Ancora oggi, nelle Marche, si chiedono il perché di quella scellerata decisione.

Il Palermo adesso, dopo aver scambiato Amelia con Rubinho ora al Livorno, non riesce più a fare a meno di Sirigu che è diventato, insieme ai vari Miccoli, Pastore, Cavani e Kjaer uno degli insostituibili nello scacchiere rosanero. Quest'anno si è messo in evidenza, il prossimo sarà quello giusto per la definitiva consacrazione in serie A.

Per Tore, domenica sarà la prima da titolare in cui affronterà il Cagliari, squadra della sua terra, da avversario. Ma "in campo è abbastanza freddo e riuscirà a contenere l'emozione", assicura papà Adriano a Palermo24.net. Da registrare inoltre che i rossoblù tempo addietro, scartarono Sirigu dopo appena una settimana. Da lì approda al Venezia e dopo poco a Palermo. Il numero 46 rosanero domenica al Sant'Elia potrà contare sul supporto della sua famiglia, che accorrerà numerosa allo stadio. "Sarà una bella partita - afferma il signor Adriano -. Saremo tutti lì, a sostenerlo. Salvatore e il Palermo vogliono vincere la partita e il mio auspicio - conclude Sirigu senior - è che venga fuori un bel match".

Una vittoria in quel di Cagliari, come ha detto il Presidente Zamparini a Palermo24.net, lancerebbe ulteriormente il Palermo verso la Champions League, un sogno che i rosa, nella stagione 2006/2007 hanno accarezzato per molto tempo con Guidolin in panchina. Poi, nel girone di ritorno, il crollo improvviso. Questa volta non sarà così. Il Palermo è maturo ed è pronto a giocarsi la Champions fino alla fine.