ESCLUSIVA PALERMO24- Guardalben: "Sono contento che il Palermo si sia salvato. Sorrentino? Forse c'è qualche sintomo che voglia andare via"

17.05.2016 00:10 di Mauro Maddio   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA PALERMO24- Guardalben: "Sono contento che il Palermo si sia salvato. Sorrentino? Forse c'è qualche sintomo che voglia andare via"

"Sono contento che il Palermo si sia salvato, tuttavia non riesco a trovare di chi sia stato il merito di tutto ciò all'ultima giornata di campionato, penso sia prevalsa l'unità d'intenti e la voglia di remare in un unica direzione da parte di tutti. Sarebbe stato un grosso dispiacere vedere il Palermo dopo solo un anno di permanenza retrocedere ancora una volta, è giusto che alla fine siano i rosa a salvarsi perchè la città e la tifoseria sono assolutamente da Serie A, non me ne vogliano i sostenitori del Carpi o del Frosinone".
Queste le parole di Matteo Guardalben, ex portiere rosanero, che ai nostri microfoni continua a commentare la stagione del Palermo:

Per quanto riguarderà la prossima stagione, secondo lei è giusto ripartire dalla presidenza di Zamparini oppure è meglio cambiare?

"Penso che la scelta di vendere o non vendere spetta sempre al presidente e non a noi. È lui che ci mette i soldi, quindi può fare tutto quello che vuole. Il destino di questa squadra sarà sempre nelle sue mani, quest'anno ha sbagliato tantissimo convincendosi che stava facendo il bene della squadra, purtroppo non è andata come volevo lui e credo che questo gli servirà da lezione per l'anno prossimo".

Sorrentino invece? Come giudica il suo operato, da collega a collega?

"Stefano è un grandissimo portiere e soprattutto un gran professionista. Però la sua stagione è macchiata da quell'errore nel post partita del Verona, dove esonera in diretta TV Ballardini. Sono errori che non vanno assolutamente commessi, fortunatamente è riuscito a riconciliarsi con l'allenatore e a fare la pace. Penso anche che  questo sia sintomo anche di voler cambiare aria, soprattutto dopo tutte le problematiche che si sono susseguite quest'anno con i vari esoneri e le sfuriate di Zamparini".