ESCLUSIVA PALERMO24-Mario Sconcerti: "Situazione allo sbando? Ecco il mio pensiero. Gilardino e il futuro del club..."

07.07.2016 00:00 di Andrea Caruso   Vedi letture
ESCLUSIVA PALERMO24-Mario Sconcerti: "Situazione allo sbando? Ecco il mio pensiero. Gilardino e il futuro del club..."

"La situazione a mio avviso può sembrare più complessa di quanto realmente sia". Parla così in esclusiva ai nostri microfoni Mario Sconcerti, celebre giornalista e 'maestro' della categoria, in merito al periodo più nero che roseo del club di Viale del Fante. "Paragonare questo Palermo alla squadra che si è salvata all'ultima giornata di campionato, è un grande errore -afferma l'opinionista di SkySport ed editorialista del quotidiano 'Il Corriere della Sera'- . È stata senz'altro una stagione folle e senza senso. Non si può prendere come metodo di giudizio la posizione in classifica, tantissimi errori sono stati commessi dalla presidenza e dalla dirigenza e non dai giocatori. Io sono dell'idea che bisogna realmente avere pazienza".

 

Intanto Sorrentino, Maresca e Gilardino salutano Palermo...
"Non penso che sia stata una scelta sbagliata cedere questi giocatori. Non è questo a mio avviso che dovrebbe impensierire i tifosi del Palermo. Stiamo parlando di giocatori anziani non adatti a un progetto come quello del Palermo".

 

Quando parla di 'progetto' a cosa si riferisce?

"È chiaro. Per progetto del Palermo intendo una squadra giovane, discretamente tecnica e che riesca tranquillamente a restare in serie A. È ovvio che in questo momento non può essere un progetto da alta classifica, ma sono sicuro che il Palermo potrà benissimo giocarsi le sue carte anche il prossimo anno".

Ritorniamo al discorso Gilardino...
"Si è venuto a creare inutilmente un gran polverone. Il giocatore e la società avevano idee differenti. Ballardini produce un calcio che difficilmente si sposa con quello del bomber biellese. I due da quanto sappia, non andavano d'accordo. Niente di grave dunque".

Questa mancanza di ambizioni, può far sì che Palermo non diventi più una meta ambita? 
"La storia parla chiaro: la maglia rosanero è stata indossata da grandi campioni. Parliamo di una grande città. Certo, Cristiano Ronaldo rifiuterebbe come destinazione la Sicilia, così come tantissime altre società. Da persona di calcio posso dire che venire a Palermo è stata, è sarà ancora, un ottima soluzione per tantissimi giocatori".

 

Zamparini ha davvero dato tutto. Il Palermo troverà nuovi acquirenti?
"Il patron rosanero sta sicuramente trattando con alcuni imprenditori stranieri. Zamparini ormai ha un certa età ed è giusto che provi a mettersi da parte. È chiaro che non può essere il futuro del club rosanero. Chi compra il Palermo fa un ottimo affare, parliamo purtroppo di una squadra sottovalutata nel mondo del calcio, ma la città offre tantissimo e torno a dire che stiamo parlando di una delle più grandi realtà  italiane. Il club di Viale del Fante ha tutti i presupposti per far gola ai più grandi imprenditori stranieri".