IL PREPARATORE DI MORIS A PALERMO24: "NON C'E' MOMENTO IN CUI NON PARLA DEL PALERMO"

20.04.2010 00:01 di Alessio Alaimo  articolo letto 1734 volte
© foto di Federio De Luca
IL PREPARATORE DI MORIS A PALERMO24: "NON C'E' MOMENTO IN CUI NON PARLA DEL PALERMO"

Moris Carrozzieri. Dall'Atalanta al Palermo per il definitivo salto di qualità. In poco tempo è riuscito ad entrare nel cuore dei tifosi rosanero, ma di lì a poco, il 23 aprile 2009, il Coni comunica che il sogno è - temporaneamente - finito: Moris è risultato positivo ad un test antidoping del 5 aprile, quando il Palermo ha giocato contro il Torino. Per questo motivo dovrà scontare una squalifica di due anni.  "Sta soffrendo il fatto di non potersi allenare con tutto il gruppo - spiega Angelo Pagliaccetti, preparatore personale di Carrozzieri a Palermo24.net - E' dura allenarsi da solo senza avere degli stimoli settimanali, però lavoriamo sia sul campo che in palestra. Alterniamo il lavoro aerobico a quello di forza e facciamo delle partitelle. Il suo obiettivo, la sua speranza, è fare la preparazione con il Palermo. Stare con i compagni può essere da stimolo, allenarsi con il gruppo sarebbe stato meglio, però le leggi sono queste e bisogna rispettarle".

Moris conta i giorni per poter tornare a disposizione del Palermo. Quel Palermo che tutt'ora se lo tiene stretto."Non c'è momento in cui non parla del Palermo e del pubblico rosanero - rivela Pagliaccetti -  spende sempre parole positive e non potrebbe essere altrimenti visto come è stato trattato. Ha tanta voglia di riscattare questo momento negativo, sta pagando ma con la buona volontà e il carattere ne verrà fuori alla grande. Tornerà come prima, mi auguro anche meglio perché ha tanta voglia e tanto carattere".

Voglia e carattere che potrebbero rappresentare degli elementi in più nel momento in cui il gigante rosanero riprenderà il suo posto nella difesa del Palermo. "I ritmi - prosegue il preparatore di Carrozzieri -  sono quelli che sono, poi con il fisico che ha farà fatica nella ripresa. E' ovvio che piano piano, rientrando in gruppo e allenandosi con i ritmi della squadra, tornerà ai livelli ottimali di un tempo se non ancora meglio per lo stimolo che ha dopo la stupidaggine che ha fatto. All'inizio troverà delle difficoltà, ma con la buona volontà e con il lavoro che sta facendo e mettendoci qualcosa in più, sono convinto che nel momento in cui toccherà a lui darà il suo contributo". Pagliaccetti spiega poi il tipo di lavoro che sta seguendo Moris, in attesa di tornare."Lavoriamo in palestra e in campo, facciamo due partite di calciotto alla settimana. Poi ci metto dentro un lavoro di forza con le macchine, ovviamente non si può lavorare sullo specifico perché non c'è bisogno. Bisogna mantenere sufficientemente allenato il proprio corpo. E' un allenamento quotidiano, tranne la domenica. Il sabato facciamo la partita e le altre volte cerchiamo di variare. Poi - continua Pagliaccetti - con le belle giornate mi auguro di lavorare anche fuori".

Carrozzieri non è fisicamente in campo con i rosanero, ma la mente è sempre rivolta ai suoi compagni."Si sente spesso con i compagni, è aggiornato su tutto - afferma il preparatore - Anche lui ha l'obiettivo Champions, non lo vive in prima persona ma - conclude - è sempre presente, si sente spesso con i compagni per tenersi aggiornato su quello che succede durante la settimana".