MUTTI A PALERMO24: "Diamanti l'uomo in più, ma serve un attaccante. E De Zerbi..."

21.10.2016 16:00 di Nino Terruso  articolo letto 396 volte
© foto di Alfonso Miranda
MUTTI A PALERMO24: "Diamanti l'uomo in più, ma serve un attaccante. E De Zerbi..."

Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Palermo24, l'ex allenatore del Palermo, Bortolo Mutti ha commentato il momento attuale dei rosanero e fatto il punto sul campionato di Serie A:

Come vede il Palermo di De Zerbi? Le piace il calcio che esprime la squadra?

"Il calcio di De Zerbi non l'ha inventato lui, è un calcio normale e per adesso ha fatto vedere belle cose solo a momenti. La squadra ha sicuramente bisogno di tempo per carburare e ingranare la marcia, anche in virtù del fatto che sono presenti in rosa tanti stranieri che provengono da campionati diversi, il campionato di Serie A è complicato e lungo. Hanno solo bisogno di tempo..."

Quale giocatore puà affermarsi del tutto e diventare un vero e proprio trascinatore per i compagni?

"Sicuramente Alessandro Diamanti è l'uomo dotato di maggior carisma all'interno della rosa, può sicuramente rivelarsi un trascinatore per i suoi compagni e per tutta la squadra. Ha qualità che tutti conosciamo"

Come vede la Roma in questo momento e specialmente dopo la beffa di ieri sera in Europa League?

"Al momento l'assenza di Perotti si sta rivelando molto importante. Dopo la vittoria in campionato col Napoli, sono convinto che la Roma creda fortemente nella corsa al secondo posto. La vittoria al San Paolo è servita a dare molto morale. Il pareggio di ieri come hai detto bene tu sa molto di beffa, la squadra di Spalletti ha avuto un calo d'attenzione che in gare come queste possono costare caro. Comunque è chiaro che in Serie A dopo la Juventus, una realtà molto importante ed affermata è proprio la Roma. Se la giocherà fino in fondo con Napoli per conquistare questo secondo posto, a meno che non ci sia un crollo da parte della Juventus che può riaprire ogni discorso. Il Napoli invece deve ritrovarsi in fretta perchè l'assenza di Milik sta pesando più del previsto e sopratutto la sconfitta in Champions magari avrà inclinato il morale della squadra."

Tornando al Palermo, ha mai visto giocare il baby rosanero Accursio Bentivegna? Pensa che,infortunio a parte, abbia i numeri per affermarsi nella squadra di De Zerbi?

"Certo, l'ho visto giocare in diverse occasioni e penso che abbia le potenzialità per affermarsi in rosanero. Chiaramente essendo molto giovane non deve essere caricato di responsabilità, ha bisogno del tempo giusto per maturare e crescere. Sono sicuro che il Palermo può fare affidamento su di lui e può essere d'aiuto alla causa rosanero col giusto contesto. Il campionato di Serie A ha bisogno sicuramente di giovane promesse che possano mantenere un certo livello di "Italianità" in campo e magari diventare delle bandiere per i proprio club. Basta guardare una realtà come il Sassuolo e notare quanti giocatori Italiani hanno in rosa."

Nel mercato di riparazione a Gennaio, pensa che il Palermo debba investire su qualche colpo di mercato?

"Se le cose non dovessero cambiare del tutto, sono convinto che a Gennaio il Palermo debba comprare qualche giocatore. Dal centrocampo alla difesa, c'è bisogno almeno di una pedina per ruolo. Poi si sa, nel calcio conta fare goal, quindi penso che ci sia bisogno pure di un altro attaccante. Inoltre un difensore d'esperienza può sicuramente tornare utile alla squadra."