Alla faccia del giocatore finito. Gilardino e le sue 10 "sviolinate" decisive per la salvezza

18.05.2016 00:00 di Antonio Barbera  articolo letto 338 volte
Alla faccia del giocatore finito. Gilardino e le sue 10 "sviolinate" decisive per la salvezza

E menomale che era un giocatore finito, cotto. Al suo arrivo a Palermo, Alberto Gilardino fu accolto con un certo scetticismo da parte di alcuni tifosi e addetti ai lavori. Ad agosto, in pochi, forse nessuno, avrebbe scommesso un solo euro sul possibile raggiungimento della doppia cifra da parte dell’attaccante ex Fiorentina. Allo scetticismo iniziale, Gilardino ha risposto sul campo con 10 centri stagionali. Dieci “sviolinate” fondamentali per il mantenimento della massima serie. Via Dybala, via Belotti, a trascinare l’attacco rosanero in coppia con Vazquez ci ha pensato lui. A distanza di nove mesi, l’attaccante rosanero è osannato come uno dei protagonisti di questa clamorosa salvezza, lasciando al passato tutte le critiche iniziali. Se sono questi i giocatori “finiti”, ben vengano a Palermo. Altri dieci Gilardino farebbero certamente comodo.