TUTTO INDEFINITO: SOCIETA', ALLENATORE E DIESSE, POSIZIONI ANCORA DA DELINEARSI

30.05.2016 00:30 di Mauro Maddio  articolo letto 556 volte
TUTTO INDEFINITO: SOCIETA', ALLENATORE E DIESSE, POSIZIONI ANCORA DA DELINEARSI


Il Palermo si prepara per la prossima stagione, ma senza ancora sapere chi sarà il nuovo diesse, se Zamparini venderà o meno il club di viale del Fante a qualche cordata e se Ballardini nell'incontro di lunedì rimarrà confermato anche per la prossima stagione. Per quanto riguarda il primo punto, rimane forte l'idea di un ritorno di Foschi: ciò compoterebbe quasi certamente il cambio della guida tecnica e anche un ridimensionamento del ruolo di Gianni Di Marzio. Con questo scenario, il nome indicato per succedere Ballardini in panchina è quello di Massimo Oddo, elemento voluto anche dallo stesso Rino Foschi. Il sogno di Zamparini, rimane Ventura, il quale sta ancora cercando di definire il suo futuro con la Nazionale. Oltre a Foschi, spuntano i nomi di Faggiano del Trapani insieme a quello di Nereo Bonato: quest'ultimi appaiono più improbabili rispetto al ritorno dell'attuale ds del Cesena. Oltre alla complicata situazione del direttore sportivo, ancor di più lo è quella della società e come sempre quella dell'allenatore. Zamparini aveva espressamente dichiarato che avrebbe venduto quasi certamente il Palermo, ma così non sembra. Tantissime cordate di qualunque nazionalità sono state individuate come possibili futuri investitori per la società rosanero, tra le tanti quella della famiglia Viola, in cui sono stati accostati al club palermitano per ben due volte e per ben altrettanto due volte si sono trovati a  dichiarare che non sono minimamente interessati ad acquisire le quote azionarie del club, visti i loro impegni in patria. Quel che è certo, Zamparini sta preparando il campionato che verrà in linea con la sua visione, indipendente o meno della venuta di investitori che potrebbero sconvolgere nuovamente i piani societari. Per concludere il capitolo allenatore: Davide Ballardini, dopo il miracolo salvezza conquistata all'ultima giornata, rischia addirittura di non essere confermato. Motivi delle cause che hanno non poco indispettito il patron rosanero sembrerebbero principalmete due: l'impiego di Maresca nelle ultime giornate, nonostante la volontà del presidente di schierare in campo Jajalo e la richiesta di negoziazione del contratto, soprattutto dopo aver raggiunto un obiettivo che prima del suo secondo arrivo, era considerato quasi del tutto impossibile.  Di sicuro nell'incontro che si terrà in settimana, oltre al contratto verrano chieste anche garanzie per quanto riguarda il mercato, con i rinforzi richiesti dall'allenatore. Ma come ben sappiamo, il mercato lo fa solo ed esclusivamente Zamparini con l'eventuale ds o "consigliatore" come Curkovic, i tecnici non vengono inclusi nel programmare la squadra. Ci sono molte possibilità che non si trovi un accordo, con la conseguenza dell'ennesimo cambio di guida tecnica. In attesa dell'incontro definitivo, il Palermo inizierà a chiarire la prima posizione, proprio quella più turbolenta che ha da sempre reso famoso il Palermo per i tanti allenatori che si sono susseguiti.