LISUZZO: "Palermo, hai Goian e ti dimentichi dei palermitani! In rosa pochi top player. Poi si chiedono perché hanno perso 4-0 a Catania..."

05.04.2011 19:20 di Redazione Palermo24  articolo letto 1308 volte
© foto di Image Sport/TuttoLegaPro.com
LISUZZO: "Palermo, hai Goian e ti dimentichi dei palermitani! In rosa pochi top player. Poi si chiedono perché hanno perso 4-0 a Catania..."

Nel calcio ci sono tante storie controverse. Una di queste vede protagonista il 30enne difensore del Novara, Andrea Lisuzzo. Il calciatore, nativo di Palermo, è un prodotto del vivaio rosanero dove ha vinto anche un campionato nazionale Beretti. Successivamente però la società rosanero si è dimenticata di lui. Lisuzzo ha rilasciato una intervista esclusiva ai microfoni di Itasportpress parlando del suo passato, del presente e del futuro che vede sempre più in maglia biancoazzurra. “Sono grato al ds del Novara, Pasquale Sensibile per avermi portato in questo club nel 2009 –spiega Lisuzzo- dopo anni di C. Qui sto vivendo un momento bello della mia carriera visto che abbiamo raccolto tante soddisfazioni con la promozione in serie B lo scorso anno e l’ottimo campionato in questa stagione fra i cadetti. Coltiviamo un sogno play off. Per come abbiamo iniziato il torneo meritiamo di raggiungere questo obiettivo. Le critiche di qualche tifoso sono ingiuste visto che si dimentica presto cosa abbiamo fatto nelle ultime due stagioni. Chance di A attraverso i play off ? Siamo lì e non facciamo programmi. Certo il gruppo è solido e la società è ben strutturata con un ds giovane ma molto preparato. Sarebbe bello magari giocarsi i play off col Torino e vincere il derby promozione con la squadra granata. Il mio futuro? A Novara. Ho già detto che mi trovo benissimo in questo club, poi se il mio agente Caliandro mi dovesse prospettarmi qualcosa la condividerei con la dirigenza piemontese. Comunque non andrei mai in un club di pari livello del Novara. Palermo dimentica? Purtroppo dalle nostre parti si dice “Nemo propheta in patria”. In effetti nonostante gli attestati ricevuti da molti addetti ai lavori non mi spiego perché non sono riuscito a giocare in A e in particolare a Palermo dopo aver fatto bene nelle giovanili. Ma loro hanno Goian e si dimenticano dei bravi giocatori palermitani come Calaiò e tanti altri. In verità non ho capito qual è la mission di Zamparini visto che cambia spesso giocatori e allenatori. Per raggiungere traguardi prestigiosi come la Champions occorrono top player e a Palermo ce ne sono pochi. Si salvano solo Bovo, Migliaccio, Miccoli e Pastore. Poi si chiedono come mai hanno perso a Catania 4-0…”