La giornata rosanero: notizie e retroscena del 30 Dicembre

31.12.2015 01:00 di Antonio Barbera  articolo letto 522 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La giornata rosanero: notizie e retroscena del 30 Dicembre

In attesa che il mercato si apra ufficialmente, in casa Palermo il ds Gerolin è già a lavoro in cerca di rinforzi per la squadra. Intervistato da “La Repubblica” il ds rosanero ha fatto il punto sul mercato rendendo noti i ruoli che si cercherà di rinforzare: “Un difensore, due centrocampisti e un attaccante. Se si può fare qualcosa in più si farà. Giocatori pronti sì, ma bisogna far combaciare tutto. Il livello economico e quello tecnico. Metteremo dentro giocatori forti e bravi. Non è però vero che siamo una squadra giovanissima. È una scelta che abbiamo fatto e che dobbiamo portare avanti per ritrovarci con un gruppo che cresca e che abbia esperienza. Prenderemo giocatori bravi a prescindere dall’età. Il nostro mercato ha una logica. Mettere dentro qualcuno tanto per farlo sarebbe un’assurdità. Ci servono giocatori bravi che ci diano una mano. Il caso di Sensi è emblematico. Piace a molti e costa tanto. Se ci potremo arrivare ci arriveremo. Ha fatto benissimo e noi dobbiamo rinforzarci a centrocampo. Il suo è un nome ma ce ne sono anche altri. Karelis per l’attacco? Nomi non ne posso fare e non ne faccio.Dico solo che vogliamo prendere giocatori di valore. In Italia e all’estero”. Il ds rosanero, inoltre, ha parlato della situazione legata al rinnovo di Sorrentino e commentato le voci di un possibile ritorno di Foschi a Palermo: “Il presidente ha parlato con i suoi agenti ed è stata fatta un’offerta. Credo che si rivedranno presto e se ci sarà un’intesa metteranno nero su bianco. È una decisione che spetta a Sorrentino. Deve essere contento di continuare a giocare nel Palermo. Alla fine conterà soltanto  la volontà del giocatore. La conoscenza e il rapporto tra Zamparini e Foschi, che è stato il suo direttore sportivo più longevo, sono al di fuori del normale. Zamparini si sente e si confida. Io ho un contratto di un anno e sono passati solo sei mesi. C’è ancora molto da fare e devo fare bene il mio lavoro. Poi quello che sarà verrà. Zamparini è nel calcio da trent’anni e conosce più lui che tutti noi messi insieme. Ma a me non dà nessun fastidio, anzi sono grato al presidente di avermi dato l’opportunità di fare il ds in una squadra e in una città come Palermo”.

Nel corso della giornata, due nomi sono stati accostati al Palermo: si tratta di Rodrigo Ely del Milan e Davide Brivio dell’Atalanta. Per quanto riguarda il difensore rossonero si tratterebbe solo di un interessamento, mentre, per il terzino dei bergamaschi, la trattativa potrebbe essere intavolata e chiusa senza troppe difficoltà. Per quanto riguarda le possibili cessioni, il ds del Carpi Romairone ha espresso il proprio apprezzamento per Daprelà e Bolzoni, entrambi sulla lista dei partenti da Palermo. Mentre, per quanto riguarda El Kaoutari, il difensore marocchino è conteso da Genoa e Marsiglia.

Quest’oggi, la squadra guidata da Ballardini ha proseguito la preparazione a Boccadifalco con una doppia seduta in vista della sfida contro la Fiorentina. Al mattino i rosanero hanno svolto esercitazioni atletiche e lavoro tattico, mentre, nel pomeriggio, il Palermo ha sostenuto una partita d'allenamento a tutto campo. Roberto Vitiello ha svolto allenamento differenziato e si è sottoposto alle cure dei fisioterapisti. Domani i rosanero usufruiranno di una giornata di riposo. Il primo allenamento del 2016 è fissato per il pomeriggio di venerdì 1 gennaio al "Tenente Onorato".

LE INTERVISTE ESCLUSIVE DI PALERMO24

Nedo Sonetti - Per leggere PREMI QUI

L'OPINIONE

Nel 2016 vorrei..- Per leggere PREMI QUI