La giornata rosanero: notizie e retroscena del 6 aprile

07.04.2016 01:00 di Nino Garramone  articolo letto 225 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La giornata rosanero: notizie e retroscena del 6 aprile

La giornata rosanero del 6 aprile, comincia con le parole di Leo Cornacini ai nostri microfoni. Queste le parole dell'agente di La Gumina, riguardo le possibilità di vederlo in campo contro la Lazio: "Il ragazzo è tornato ad allenarsi con la prima squadra, dopo il grande torneo che ha disputato così come tutti gli uomini di Bosi. È tranquillo e sa che presto potrebbe arrivare il suo momento. Nino ha lavorato sodo tutto l'anno nonostante non abbia trovato il campo spesso. Lui è palermitano, ama Palermo e ama i colori della maglia della sua città, e per questi colori farebbe davvero di tutto. Adesso non so con certezza se il giocatore domenica scenderà in campo da titolare o meno, possibile però..".

Ha del clamoroso inoltre, la notizia che rimbalza da poche ore a questa parte. Secondo Sport Mediaset infatti, il tecnico rosanero Walter Novellino sarebbe già a rischio esonero: decisiva sarà la gara contro la Lazio. Proprio il tecnico rosanero, ha diretto oggi l'allenamento a Boccadifalco. Per i suoi uomini esercitazioni tattiche e lavori specifici sulla forza. Assente Goldaniga, che ha intensificato l'attività di riatletizzazione. 

Infine arrivano anche le parole del presidente Maurizio Zamparini, che a Radio Kiss Kiss, ha parlato così: "C'è sempre fiducia, ci mancherebbe, anche se è un momento difficile. E' un'annata disgraziata, ci sono già passato e con una squadra anche più forte di questa, con Hernandez, Dybala, Ilicic e Miccoli. Nella storia credo non sia mai successo che tre allenatori abbiano consegnato le dimissioni nella stessa stagione. Se un arbitro non dà un rigore alla Juventus, viene massacrato sui giornali il giorno successivo. Al Palermo invece non succede nulla. Quest'anno non abbiamo avuto un rigore a favore, guardate pure la partita col Napoli. Se prendiamo tre arbitri e facciamo decidere se quello su Albiol era rigore o meno, secondo me non lo regala nessuno un rigore del genere".