Chi viene e chi va: il borsino ruolo per ruolo

05.06.2011 00:00 di Alessio Alaimo  articolo letto 1420 volte
© foto di Federico Gaetano
Chi viene e chi va: il borsino ruolo per ruolo

Ve lo abbiamo preannunciato qualche giorno fa: durante questa finestra di mercato, come capita spesso, vedrete tanti nomi accostati al Palermo da numerosi organi di informazione. Alcuni credibili, altri meno. La nostra linea, sul calciomercato, è sempre stata una: niente fantamercato per illudere i tifosi e avere qualche click in più. Solo notizie che hanno dei riscontri e pubblicate dopo averle verificate attentamente. Ricordando sempre che dal riportare un sondaggio, ad una trattativa avanzata, ce ne passa sempre.


E allora cominciamo e vediamo, ruolo per ruolo, in casa Palermo, chi dovrebbe andare e venire. 

PORTIERI - Ancora da sciogliere il nodo legato a Salvatore Sirigu. Il portiere sardo a giorni dovrebbe incontrare Zamparini per l'adeguamento del contratto e avere quindi un chiarimento. La sua permanenza a Palermo non è ancora certa, ma il quadro sarà più chiaro solo dopo l'incontro tra le parti. 
Potrebbe partire anche Francesco Benussi, secondo di Sirigu. 
Il Palermo ha poi da risolvere il grattacapo Rubinho, a cui è stato detto, circa un mese fa, di cercare una nuova sistemazione. Giusto per alleggire le casse rosanero. E considerato l'ingaggio del portiere brasiliano, la sua partenza sarebbe una manna dal cielo. 

DIFENSORI - Balzaretti, Garcia, Milanovic, Labrin, Carrozzieri, Bovo, Goian, Munoz, Cetto, Cassani, Darmian, Pisano, Raggi, Glik e Andjelkovic. Ovviamente non c'è posto per tutti. Garcia è sul piede di partenza (a proposito, il fratello Manuel, che gioca in porta nel Rosario Central, è sul taccuino di molti club. Si tratta di un estremo difensore davver promettente) e la stessa sorte dovrebbe toccare a Moris Carrozzieri che dovrebbe staccare un biglietto di sola andata verso Bergamo (vicenda scommesse che vedrebbe coinvolta l'Atalanta permettendo). Partirà anche Matteo Darmian che piace al Chievo Verona. Il terzino di scuola Milan dovrebbe rientrare nell'operazione Mantovani, il cui approdo in rosanero sembra ad un tiro di schioppo. Presumibilmente andrà via anche Cesare Bovo (piace a Udinese, Fiorentina, Roma e Juventus) e come lui anche Mattia Cassani che, come ammesso dal suo procuratore Tiberio Cavalleri, "piace a tanti". Per quanto riguarda Andjelkovic, s'è dimostrato tutt'altro che un difensore sul quale puntare ad occhi chiusi. E così sarà ceduto. Come lui Kamil Glik che il Bari vorrebbe tenere per il prossimo anno. Mentre c'è da risolvere la grana Andrea Raggi, che non rimarrà in Puglia e quindi occorrerà trovargli una nuova sistemazione. Si può invece dare il benvenuto a Milan Milanovic (le referenze, sul giovane soffiato alla Juventus, sono davvero ottime), Carlos Labrin (che potrebbe essere girato in prestito), Mauro Cetto ed Eros Pisano. Se dovesse partire Cassani non è però escluso che in rosanero possa approdare un altro terzino destro,  magari un po' più disciplinato in fase difensiva. 

CENTROCAMPISTI - Dovrebbe restare un altro anno a Vicenza Nicola Rigoni, così come Luca Di Matteo (che non fa impazzire gli uomini mercato del Palermo). Mentre, sempre del Vicenza, si tiene d'occhio - ma non è una priorità - Stefano Botta, che piace anche al Lecce. Dall'Ungheria è arrivato il giovane Adam Simon, uno che "ha fame", come lo descrive chi lo conosce bene. Fa parte dell'Under '21 unghese impegnata al Torneo di Tolone e sta ben figurando. Sul fronte mercato in uscita attenzione ad Antonio Nocerino. Al centrocampista campano mesi fa è stata fatta una proposta di rinnovo le cui cifre sono più o meno uguali a quelle del momento. Nocerino s'è preso un po' di tempo, ma la sua volontà è quella di restare a Palermo e magari vincere qualcosa con la maglia rosanero. A tal proposito nei prossimi giorni il suo procuratore, Marco Sommella, incontrerà i vertici rosanero per cercare di far proseguire il matrimonio a tinte rosanero. Ma Napoli e Fiorentina sono alla finestra. 
Dovrebbe invece restare Migliaccio, anche se Antonio Conte, allenatore della Juventus, giorni fa ha fatto il suo nome per il centrocampo. La prossima stagione inoltre, probabilmente, si punterà ancora di più sul ghanese Acquah che già quest'anno ha fatto intravedere buone cose. In uscita - ma solo in prestito - c'è Pajtim Kasami, talentuoso centrocampista macedone naturalizzato svizzero e di origini albanesi, che ha fatto innamorare Rino Foschi. L'Atalanta, se dovesse andare l'ex ds rosanero, sarebbe una pretendente piuttosto accreditata. E intanto è stato proposto a Roma, Napoli e Juventus. 
Inoltre, a giorni, rinnoverà Bacinovic. Anche se le sue prestazioni, ultimamente, sono state tutt'altro che convincenti. Insieme a lui rinnoverà anche Ilicic. Jasmin Kurtic invece dovrebbe andare via e piace al Chievo Verona, da cui potrebbe giungere in rosanero anche Kevin Constant. 


ATTACCANTI - Il reparto offensivo potrebbe veder uscire qualche lacrima dal viso di tanti tifosi del Palermo. Fabrizio Miccoli, capitano del Palermo, potrebbe infatti lasciare la maglia rosanero per approdare a Dubai, dove lo attenderebbe un contratto milionario. Mentre il Lecce resta alla finestra. 
In uscita potrebbe esserci anche Javier Pastore. Zamparini infatti ha detto di aver dato mandato a Marcelo Simonian, agente del Flaco, per intavolare eventuali trattative di mercato. Ma la base è piuttosto alta: almeno cinquanta milioni di euro. Lascerà ovviamente Palermo Michele Paolucci, vera meteora del mercato rosanero, che tornerà al Siena e da lì il suo entourage si occuperà di trovargli una nuova sistemazione. 
In entrata è già stata perfezionata l'operazione Eram Zahavi, un trequartista dell'Hapoel Tel Aviv di cui si parla molto bene. E non appena finiti i play-off con il Novara, a Palermo giungerà anche Pablo Gonzalez, che però potrebbe essere girato in prestito. Dovrebbero invece restare Abel Hernandez e Mauricio Pinilla. Su quest'ultimo il Cesena ha fatto più che un pensierino, ma probabilmente rimarrà tale. 
In settimana invece è in programma un incontro tra Gubbio e Palermo. La società umbra vorrebbe acquisire Misuraca e Cani. Ma il primo potrebbe anche restare. Nei prossimi giorni se ne saprà di più.