Ivajlo Cocev: duttilità e forza fisica al servizio di Iachini

25.07.2014 00:00 di Marco Sgroi  articolo letto 1219 volte
© foto di Federico Gaetano
Ivajlo Cocev: duttilità e forza fisica al servizio di Iachini

Ivajlo Atanasov Cocev: ecco il nome completo del primo acquisto del Palermo in questa sessione estiva di calciomercato. La trattiva è stata lunga ma il club di Viale Del Fante è riuscito a portare nel capoluogo siciliano un bulgaro dalla giovane età: infatti è nato a Pleven il 18 febbraio del 1993
Passato ufficialmente al Palermo poche settimane fa, Cocev ha immediatamente raggiunto i suoi compagni di squadra nel ritiro austriaco di Bad, inserendosi bene nel gruppo e mostrando le sue qualità nei primi allenamenti. Ha scelto la magia numero 18 e fin dalle prime interviste ha fatto trapelare tutto il suo entusiasmo per l'inizio della sua nuova avventura con la maglia rosanero. Il miliardario Monaco aveva provato ad aggiudicarselo ma, quanto affermato dallo stesso giocatore, il club di Zamparini è stata la prima scelta. Una bella soddisfazione essere preferiti ad una piazza ricca come quella del Principato, ma in questa stagione Cocev dovrà convincere i tifosi palermitani ,un po' scettici dopo il suo arrivo. Sarà il nome sconosciuto che ha fatto storcere il naso a qualcuno, ma la dirigenza assicura che si tratta di un atleta valido.
Guardando i numeri e le esperienze passate del bulgaro, il ds Ceravolo sembra aver scovato un talento. Cocev inizia la sua carriera nel 2010 con il Cavdar Etropole, squadra della sua nazione dove ha collezionato 61 presenze e 17 reti in due stagioni. Nel dicembre del 2012 entra nel calcio che conta, infatti si trasferisce al Cska Sofia, club dal blasone notevolmente maggiore. Anche qui Ivajlo mostra tutte le sue qualità. Segna la prima rete con la squadra della capitale in un 6 a 2 nella Coppa Nazionale e alla fine  totalizza 50 presenze arricchite da 9 reti. La Nazionale bulgara ha apprezzato le sue doti ed infatti il suo debutto in Under 21 viene registrato nel 2013 in occasione delle qualificazioni al campionato europeo di categoria. In questo periodo scende in campo 10 volte  mettendo a segno 3 reti. Il 23 maggio 2014 arriva la soddisfazione della chiamata in Nazionale maggiore, anche se non scende in campo nella sfida contro il Canada pareggiata 1 a 1. Una carriera di tutto rispetto per un ragazzo di ventuno anni, e tutto l'ambiente palermitano si augura che questo sia il luogo della sua definitiva esplosione calcistica.
Cocev è un centrocampista che può occupare tutte le posizioni in mediana, ma all'occorrenza può trasformarsi in un trequartista. Ha esperienze di gioco anche con il 4-2-3-1 quindi sa bene come comportarsi in zona gol. E' un mancino, bravo nell' 1 contro 1, qualità importante visto che saltando l'uomo può creare superiorità in zona d'attacco. Non è passata inosservata la sua vena da assistman, calibra bene i lanci e delizia con passaggi precisi. La sua altezza, 1,88m, e la forza fisica gli permettono di giocarsela in qualunque contrasto di gioco. Tira molto spesso verso la porta da fuori area, dopo aver saltato il diretto avversario: una soluzione in più per gli schemi di attacco della squadra.
L'11 luglio 2014 è la data del suo approdo ufficiale al Palermo per 2 milioni di euro. Cocev ha firmato un contratto che lo lega al club rosanero per tre anni ed è inoltre il primo giocatore bulgaro nella storia della società.
La sua duttilità farà molto comodo a Iachini, che può inserirlo ovunque a metà campo, si spera con i medesimi risultati. Un concorrente valido per i titolari Barreto e Bolzoni, che dovranno guardarsi le spalle da questo giovane e talentuoso mancino della Bulgaria.