MILANESE A PALERMO24: "Contento per Kurtic, bello vederlo a San Siro. Struna..."

05.12.2012 12:00 di Emanuele Mercurio  Twitter:   articolo letto 754 volte
© foto di Monia Bracciali/TuttoMercatoWeb.com
MILANESE A PALERMO24: "Contento per Kurtic, bello vederlo a San Siro. Struna..."

Palermo24.net ha intervistato in esclusiva Mauro Milanese, direttore sportivo del Varese, per parlare di Kurtic, di Struna e dei futuri scenari di mercato sull'asse Palermo-Varese, una delle più attive nelle ultime stagioni.

Partiamo da Kurtic: l’anno scorso da voi fece molto bene, adesso sta iniziando a giocare con continuità anche a Palermo…
“Sì, siamo molto contenti di averlo lanciato. Due stagioni fa, prima di arrivare da noi, aveva fatto pochissime presenze a Palermo. Qui a Varese Jasmin è cresciuto, ha giocato ed è maturato. Siamo contenti di averlo costruito e aiutato a migliorare. Vederlo giocare 90 minuti a San Siro è sicuramente una soddisfazione”.

Un altro giovane sloveno è attualmente a Varese in prestito dal Palermo: per Aljaz Struna si prospetta la stessa strada di Kurtic?
“Struna sta vivendo una stagione molto sfortunata. E’ arrivato da noi infortunato, con una frattura al quinto metatarso del piede. Ha recuperato, ha giocato, ma ha subito avuto una ricaduta, e attualmente è ancora fuori. Stiamo parlando sicuramente di un giocatore valido, che è incappato in una stagione sfortunata come questa, ricca di infortuni. Quando avrà recuperato definitivamente saprà mettersi in mostra anche lui”.
 

L’asse Palermo – Varese è stato uno dei più attivi sul mercato negli ultimi anni. Sono previste nuove operazioni? Il Palermo può essere interessato a qualche vostro giocatore?
“Non saprei. La differenza tra serie B e serie A è notevole: in A, specialmente col mercato di gennaio, si vogliono giocatori pronti e affermati. Con questo non voglio dire che non ci sono giocatori validi a Varese, che potrebbero interessare al Palermo, ma semplicemente che fare un salto di categoria così a gennaio è più difficile”.
 

Mentre potrà esserci qualche operazione nel senso inverso, da Palermo a Varese?
“Vedremo: a gennaio capiremo quali sono quei giocatori che a Palermo non trovano spazio e che i rosanero sono disposti a cedere, magari anche in prestito. Quel che è certo è che, se prenderemo qualcuno da Palermo, non saranno ancora una volta giovani: quello di gennaio è un mercato di riparazione, non si può puntare sui giovani, ma si deve sistemare la rosa con giocatori in grado di dare fin da subito il loro contributo. Poi sicuramente è bello valorizzare i giovani delle altre squadre, fa piacere – come dicevo prima per Kurtic -, però una società non può neanche basarsi sui giovani in prestito da altri club. Per motivi di programmazione e motivi economici, bisogna anche puntare sui propri giocatori. Quindi sicuramente a gennaio non arriveranno giovani in prestito, ma solo giocatori già affermati. Vedremo la lista dei giocatori in uscita da Palermo e valuteremo cosa fare”.