Palermo, Iachini: "Dybala e La Gumina due grandi giocatori, entrambi possono fare grandi cose

03.10.2018 16:19 di Antonino Terruso  articolo letto 60 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Palermo, Iachini: "Dybala e La Gumina due grandi giocatori, entrambi possono fare grandi cose

L'ex allenatore del Palermo Beppe Iachini è intervenuto presso la Conference403  tenutasi presso La Marsa Vacances di Palermo, ricordando alcuni aneddoti rosanero e parlando della sua esperienza sulla panchina del Palermo. Ecco le parole raccolte da Palermo24: " In questi giorni ho sentito alcune voce riguardo ad un mio avvicinamento sulla panchina del Bologna, sicuramente sono voci che fanno piacere. Conosco bene un giocatore come Falcinelli che ho avuto il piacere di allenare a Sassuolo, l'inizio di stagione non è dei migliori ma così come tutto il Bologna che forse soffre alcuni metodi di gioco. Vedo che il pubblico del Barbera di recente non è molto presente allo stadio, l'unica cosa da fare di certo è lavorare sodo per i rosanero e sono sicuro che i palermitani torneranno di certo allo stadio a sostenere la squadra per questa cavalcata importante verso la Serie A. Ho avuto la fortuna di aver allenato un grande giocatore come Paulo Dybala qua a Palermo, al momento ha vissuto un avvio di stagione un po difficile e dobbiamo dargli tempo per ritrovare lo smalto; in ogni caso è un giocatore capace di grandi cose che può tornare molto utile alla Juve. Già dal primo anno alla Juve ha dimostrato una qualità rara e grandissime giocate e sono sicuro che può giocare in qualunque campionato. Un altro giocatore importante è anche La Gumina che ho allenato qui a Palermo e ho deciso di promuovere in prima squadra e di farlo anche esordire con la maglia rosanero. L'Empoli ha speso una cifra importante perchè vede in lui grandi potenzialità e hanno ragione, in futuro può diventare un attaccante importante. La sua cessione ha dato ossigeno importante alle casse rosanero e auguro a lui una grande stagione da protagonista. Eder è un giocatore forte che è riuscito ad affermarsi in grandi squadre qua in Italia; la scelta di accettare il campionato cinese è di certo una possibilità economica in virtù anche del fatto che non è più un ragazzino; ha giocato un'ottima carriera e può anche li far parlare di se. Di recente ho avuto offerte da squadre straniere e sto valutando in base al progetto. Due anni fa ho avuto l'opportunità di accettare la panchina del Leeds ma ho ritenuto opportuno declinare l'offerta in quel momento. Quando torno qui in Sicilia ritrovo sempre tanti amici e sento l'affetto della gente che è riconoscente di quanto ho fatto a Palermo; per me è una seconda casa visto che ho avuto diverse parentesi, sia da calciatore e capitano del Palermo, che da allenatore vincendo il campionato di Serie B superando ogni record".