Palermo, Stellone bis: 4-3-3- o modulo attuale?

01.10.2018 17:57 di Antonino Terruso  articolo letto 53 volte
Roberto Stellone
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Roberto Stellone

Dopo la conferenza stampa di presentazione due giorni fa, ricomincia nuovamente l'era Stellone a Palermo. L'allenatore d'origini romane ha ribadito l'intenzione di tornare a Palermo per conquistare ciò che è stato strappato lo scorso anno al Palermo, ovvero la tanta attesa promozione in Serie A. Per farlo chiaramente ha bisogno del totale apporto di tutti gli uomini a propria disposizione, molti dei quali erano del tutto contrari alla gestione di Bruno Tedino tanto da scendere in campo demotivati. I primi allenamenti che dirigerà il mister Stellone saranno determinanti per chiarirgli le idee riguardo al modulo da adottare d'ora in avanti. In queste prime giornate il Palermo è sceso in campo sempre con la difesa a 3, tipica dell'era Tedino, con Rajkovic,Bellusci e Pirrello a creare il pacchetto difensivo; il centrocampo composto da 5 interpreti con Salvi e Mazzotta sulle fasce, mentre sulla mediana agivano Jajalo,Haas o Murawski e Falletti arretrato con capacità di svariare e creare un collegamento col reparto offensivo composto da Trajkovski a supporto di uno tra Nestorovski o Puscas. Tutto ciò potrebbe cambiare con l'arrivo di Roberto Stellone visto che l'ex allenatore di Frosinone e Bari predilige la difesa a 4, dove gli interpreti principali potrebbero essere Aleesami sulla fascia sinistra con Rajokovic e Bellusci centrali (in attesa del recupero totale di Struna) e Rispoli sulla fascia, recuperato fisicamente a pieno. Il pacchetto di centrocampo potrebbe essere formato dagli stessi interpreti dell'era Tedino ovvero Jajalo, Haas e Murawski, con Trajkovski e Falletti, riportato più avanti, a supporto della punta che può essere capitan Nestorovski o Puscas. Stellone ha dichiarato in conferenza di ritrovare una rosa più forte e competitiva rispetto a quella che ha lasciato a Giugno, nonostante le partenze di Coronado e La Gumina; adesso sta a lui mischiare le carte e riuscire ad individuare gli interpreti migliori dato che domenica sera arriva al Renzo Barbera il Crotone, squadra esperta e temibile che potrà giocarsi un posto tra le prime in classifica proprio coi rosanero. 

Probabile formazione (4-3-3): Brignoli; Aleesami; Rajkovic; Bellusci, Salvi; Jajalo; Murawski; Haas; Falletti; Trajkovski; Nestorovski