Palermo, Stellone torna a Palermo: "Contento di tornare in questa piazza. Voglio regalare ai tifosi una gioia grandissima"

29.09.2018 14:09 di Antonino Terruso  articolo letto 44 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Palermo, Stellone torna a Palermo: "Contento di tornare in questa piazza. Voglio regalare ai tifosi una gioia grandissima"

Roberto Stellone torna sulla panchina del Palermo dopo l'esonero ufficiale di Bruno Tedino. Prime giornate di campionato non convincenti per l'ex allenatore del Pordenone e dunque il patron Maurizio Zamparini ha deciso di richiamare Stellone dopo la parentesi dello scorso anno. Ecco le parole rilasciate in conferenza stampa riportate da Palermo24: "Sono tornato perchè credo fortemente in questa squadra e so che possiamo riprenderci la Serie A. Vedo i ragazzi allenarsi con grande determinazione e sono contento per la loro voglia di lavorare. Sono davvero felice di essere nuovamente qua e di tornare al lavoro con questo staff e questa dirigenza. Avrei preferito cominciare dal ritiro pre campionato ma va bene anche così, l'importante è ritrovare questa squadra che già conosco bene e so che potremmo fare ottime cose. I nuovi volti del Palermo li ho osservati in queste giornate di campionato e credo che l'organico si sia rinforzato. Vedo il Palermo a pari merito di Benevento e Verona e possiamo giocarcela a viso aperto. Dobbiamo evitare a tutti i costi i play-off quest'anno perchè sappiamo bene che sono un terno all'otto e spesso non passa la squadra più organizzata. Tutti i moduli possono essere importanti per questa squadra, tutto dipende dagli interpreti che scendono in campo. Quando osservo i giocatori durante l'allenamento riesco a capire se un giocatore è motivato o meno, in questo caso ho trovato tutti i giocatori disponibili al lavoro e al sacrificio. Ovviamente in questi giorni avrò dei singoli colloqui coi giocatori per capire meglio le loro intenzioni. Ho molto tempo a disposizione per lavorare coi ragazzi su aspetti tattici in primis, visto che giocheremo una sola partita in 3 settimane circa. Lo scorso anno è un capitolo a parte, ricordo che ad ogni partita lo stadio era quasi pieno visti che gli obiettivi di fine anno erano diversi ma sta a noi riconquistare il pubblico del Renzo Barbera perchè il loro entusiasmo può essere determinante per noi. Sotto l'aspetto fisico ho trovato la squadra molto carica, per questo motivo ringrazio il vecchio staff per aver preparato al meglio i giocatori. Ci sono diverse squadre che possono aspirare alla promozione diretta ma sta a noi far capire agli avversari che il Palermo avrà una marcia in più rispetto alle concorrenti. In estate mi è stato comunicato che  il Palermo voleva ripartire da Tedino e io ho accettato con professionalità. Falletti e Puscas hanno caratteristiche diverse da La Gumina e Falletti, ma considero la rosa più forte rispetto a quella dello scorso anno. In ogni caso l'aspetto fondamentale è la mente dei giocatori che porta in avanti le gambe, lavoreremo proprio su questo aspetto per motivare i giocatori e caricarli partita dopo partita. Contro il Brescia ho visto una partita negativa da parte di tutti non punto il dito contro i singoli, ripartiamo da quella partita e dagli allenamenti che ci daranno la possibilità di lavorare bene. Sono ritornato perchè credo assolutamente in questa squadra e per il mercato portato a termine della società. Lo scorso anno è terminato con una grande delusione e sono qui per eliminare tale delusione e poter regalare qualcosa di grande a questa piazza. La rosa ampia mi permette di valutare diversi moduli e diverse soluzioni, questo aspetto è fondamentale per cambiare volto sia durante le partite di campionato che a gara in corso per dare imprevedibilità agli avversari. Sia Nestorovski che Puscas possono giocare assieme se pensano entrambi al bene della squadra, entrambi devono fare movimenti utili per i compagni e non pensare unicamente al goal".