Palermo, Zamparini: "Amo Palermo ma sono costretto a lasciare, è finita un'era. Lascio in mani sicure"

04.12.2018 19:07 di Antonino Terruso  articolo letto 52 volte
© foto di Marco Iorio/Image Sport
Palermo, Zamparini: "Amo Palermo ma sono costretto a lasciare, è finita un'era. Lascio in mani sicure"

Nel pomeriggio di oggi Maurizio Zamparini, ormai ex patron del Palermo calcio, è intervenuto in conferenza stampa presso lo stadio Renzo Barbera per la presentazione dei nuovi proprietari del club rosanero. L'azienda, o per meglio dire società, chiamata Futures and sport entartaitment avrebbe appunto comprato il 100% delle quote di maggioranza del club ma al tempo stesso resta ancora misterioso il nome del vero e proprio presidente del club di viale del Fante. Ecco le dichiarazioni di Maurizio Zamparini raccolte da Palermo24: "Oggi per me è un giorno triste e al tempo stesso felice. La mia avventura nel calcio al momento finisce qui. Gli anni a Palermo sono stati per me motivo di vanto e di orgoglio e come un padre lascio la società a questo gruppo di investitori che hanno tutte le capacità di portarla avanti. Nel corso degli anni molti di voi hanno messo voci in giro, come se io non volessi vendere la società. In realtà cerco di vendere il club da 5 anni. Purtroppo qui a Palermo le cose non sono andate sempre bene, ricordo in Europa contro lo Schalke 04 i tifosi allo stadio erano solo 8 mila, davvero pochi per un palcoscenico del genere. Le uniche persone giuste che ho incontrato nel mio percorso in sicilia sono state Rino Foschi e Walter Sabatini, due persone che hanno accompagnato il Palermo nei successi più grandi. Amo questa città, i tifosi e la squadra ma lascio tutto perchè sono molto stanco, sia per motivi personali sia di questa piazza. Specialmente nell'ultimo anno e mezzo sono stato scambiato per ciò che in realtà non sono. L'unica cosa che sento di dire è che nutro un bene profondo e sincero verso la sicilia e verso questa città che mi ha dato grandi emozioni e al tempo stesso alcune delusioni. Quando in passato ho raccontato che ero in contatto con dei compratori dicevo la verità, molte persone non capiscono che in affari di questi genere possono crearsi delle difficoltà. Oggi a Sferracavallo mi hanno fermato per strada circa 50 persone che mi hanno abbracciato e ringraziato: questa è la vera immagine che ho di Palermo e sono felice di lasciarla ai miei successori. Ringrazio col cuore tutta Palermo e spero che voi mi accettiate in futuro anche se non sarò più il presidente. Darò una mano alla società di Londra e metterò la mia esperienza al loro servizio. Ho investito in Palermo 90 milioni di euro provenienti dalla mia famiglia e nonostante tutto ciò sono felice".