ESCLUSIVA PALERMO24- Luciano Moggi: "Per amministrare una squadra basta fare il contrario del Palermo. Contro la Juve match a senso unico? Non è detto"

16.04.2016 00:00 di Mauro Maddio   Vedi letture
ESCLUSIVA PALERMO24- Luciano Moggi: "Per amministrare una squadra basta fare il contrario del Palermo. Contro la Juve match a senso unico? Non è detto"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Stefano Porta/PhotoViews

Juventus-Palermo, una partita che sembra essere già scritta. Tutti i pronostici vertono in favore dei bianconeri, indirizzati ormai verso la vittoria del quinto scudetto di fila. Sembrano passate ere quelle in partite in cui il Palermo riuscì a vincere per due campionati consecutivi in casa della Vecchia Signora, permettendosi addirittura di farlo con ben due gol di scarto. Ma adesso è tutta un'altra storia, il presente dice che il Palermo ha 0 possibilità di vincere contro questa Juve, per quanto dimostrato nelle recenti partite. Ma nel calcio si sà, nulla può essere dato per scontato quando la palla è rotonda: lo ha affermato anche Luciano Moggi, intervistato in esclusiva dalla nostra redazione per commentare insieme la prossima partita che vede i rosanero impegnati allo Juventus Stadium domenica prossima alle ore 15 contro la compagine di Allegri. Ecco le sue dichiarazioni:

Juventus-Palermo, verdetto a senso unico?
"Nel calcio non si può mai dire a senso unico. Certamente dati i valori in campo, si può ipotizzare tranquillamente una vittoria della Juventus contro un Palermo che lotta per non retrocedere e tralaltro ha pagato a caro prezzo i continui errori della dirigenza, ma nel calcio non si può mai dare nulla per scontato".

Contestazioni dei tifosi, giocatori immotivati e l'ennesimo cambio in panchina della stagione tanto per cambiare. La situazione dei rosanero sembra davvero irrecuperabile...
"L'amministazione del Palermo è proprio il contrario di quello che si dovrebbe fare, non potevano che esserci dei problemi nel conseguimento degli obiettivi prestabiliti. Cambiare così tanti allenatori in una stagione è improvvisazione, la programmazione non è di casa nel Palermo. È stato un continuo smontare quelle poche certezze che i rosa avevano a inizio stagione, a partire da Iachini. Adesso non so proprio come andrà a finire, intanto la situazione non può essere che questa".

Da Ballardini ci si può aspettare il miracolo?
"Non lo so. Credo che Ballardini cercherà intanto di non perdere, facendo chiudere la sua squadra come le circostanze richiedono questo tipo di approccio alla gara. Poi se ci riesca o meno, lo vedremo alla fine della partita".